Rubinetterie Eurorama Spa

NEWS

29 gennaio 2021
Prodotti

BONUS IDRICO

La Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, il 30 dicembre 2020 ha approvato un emendamento alla Legge 178/2020 - legge di bilancio 2021/2023, introducendo un incentivo fiscale sul risparmio idrico nelle riqualificazioni edilizie. La norma prevede la possibilità per i contribuenti persone fisiche di usufruire di 1.000 € (mille euro), da utilizzarsi entro la fine del 2021, per interventi di sostituzione di rubinetterie con apparecchi nuovi aventi un volume massimo di erogazione non superiore a 6 litri al minuto, soffioni e colonne doccia a portata non superiore a 9 litri al minuto. Rientrano nel massimale di spesa anche le opere idrauliche e murarie collegate e gli oneri di smontaggio e dismissione degli apparecchi preesistenti. Il contributo ai fini del decreto Bonus Idrico sarà usufruibile solamente in seguito alla pubblicazione del relativo Decreto attuativo da parte del Ministero dello Transizione Ecologica. Ad oggi nessuno è in grado di garantire con certezza la compatibilità di alcun prodotto con il Bonus Idrico, tanto meno la documentazione di vendita cosi come la certificazione delle caratteristiche, in quanto eventuali dichiarazioni o specifiche tecniche che saranno richieste per l’ottenimento del bonus, potrebbero essere fallaci o non contemplate del decreto attuativo. Eurorama forte dell’esperienza Internazionale acquisita in mercati ove il risparmio idrico è una prassi consolidata, sarà pronta ad offrire alla propria clientela un’ampia gamma di prodotti con le giuste caratteristiche per soddisfare i requisiti richiesti per usufruire del Bonus idrico.

Ricordiamo quanto contenuto nel Bonus Idrico legge 178/2020 relativamente ai commi che seguono:

 61) Al fine di perseguire il risparmio di risorse idriche, è istituito, nello stato di previsione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, un fondo denominato «Fondo per il risparmio di risorse idriche», con una dotazione pari a 20 milioni di euro per l’anno 2021 per le finalità di cui al comma 62.

62) Alle persone fisiche residenti in Italia è riconosciuto, nel limite di spesa di cui al comma 61 e fino ad esaurimento delle risorse, un bonus idrico pari ad euro 1.000 per ciascun beneficiario da utilizzare, entro il 31 dicembre 2021, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

63) Il bonus idrico di cui al comma 62 è riconosciuto con riferimento alle spese sostenute per:

a) la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;

b) la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

64) Il bonus idrico di cui al comma 62 non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente.

65) Entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, con decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, sono definiti le modalità e i termini per l’ottenimento e l’erogazione del beneficio di cui ai commi da61 a 64, anche ai fini del rispetto del limite di spesa”.